• Siemens - Partner Strategico di Enel per la tecnologia Smart Grid a Expo Milano 2015 – mette in campo un esempio di alta innovazione per il controllo e la gestione intelligente dell’energia
  • Presentati oggi i risultati del team italiano

A proposito di eccellenza italiana. Oggi è stata inaugurata la Control room equipaggiata con il software che gestirà il bilancio energetico dell’Esposizione Universale di Milano dal 1° maggio al 31 ottobre 2015.

Si tratta del frutto della collaborazione di Siemens con Enel Distribuzione. Siemens è, infatti, Partner Strategico di Enel per la tecnologia Smart Grid di Expo Milano 2015.

Sviluppato da un team di ingegneri, gli stessi che sono già a lavoro nella sede di via Vipiteno di Siemens, “Energy Management System”, è il cuore digitale alla base del funzionamento della smart grid, l’infrastruttura tecnologica che rappresenterà il sistema nervoso dell’intera esposizione.

Insomma, un centro di controllo da cui sarà possibile verificare in tempo reale lo stato di funzionamento di tutti i dispositivi presenti nella rete di distribuzione energetica, di effettuare operazioni di telecomando e di supportare i processi di manutenzione ordinaria e straordinaria, segnalando l’eventuale presenza di guasti e anomalie.

 “Abbiamo una sfida tecnologica importante: far funzionare il sistema energetico complesso di Expo e farlo in modo intelligente, abbattendo i consumi e garantendo a tutti gli utenti accesso facile ai servizi”, dichiara Federico Golla, Presidente e Amministratore delegato di Siemens Italia a margine della cerimonia di inaugurazione.

L’interfaccia web e multilingue, basata su piattaforma cloud, rende particolarmente facile l’utilizzo del sistema. A partire dal 1° maggio sarà, infatti, accessibile ai Paesi espositori che con un semplice smartphone potranno consultare i consumi energetici, l’illuminazione, e la climatizzazione del proprio padiglione.

Il sistema di gestione dell’energia sviluppato da Siemens per Enel riceve anche i dati provenienti dalla piattaforma tecnologica che controlla l'infrastruttura di ricarica dei veicoli elettrici, quelli che si muoveranno intorno all’area della Fiera.  

Nella fornitura sono compresi non solo gli applicativi software ma anche i rispettivi hardware, dai quadri di distribuzione primaria di media tensione agli apparecchi per la misurazione dei consumi energetici. Infine, è previsto un sistema per lo stoccaggio dell’energia destinato a Palazzo Italia.

“Quella con Enel è una partnership che parte da lontano, contrassegnata da tappe significative come quella che nel 2009 ha permesso a Siemens di realizzare il sistema di controllo dell’infrastruttura di ricarica delle auto elettriche, nell’ambito del progetto e-mobility Italy di Enel e Smart. Da quel momento il nostro team milanese ha continuato a sviluppare know how sui temi della mobilità elettrica fino ad ottenere nell’ottobre 2103 il riconoscimento di centro di competenza internazionale dalla nostra casa madre tedesca” continua Golla.

Alla cerimonia di inaugurazione con Federico Golla, ha preso parte Claudia Guenzi, responsabile della Divisione Smart Grid.

Dopo il taglio del nastro, si è svolta la visita in un’area di oltre 260 metri quadri che simula - grazie ad un lungo corridoio iniziale - una sorta di “spedizione” nel futuro.

Passato il tunnel, il visitatore trova un tavolo touch screen, fino a raggiungere la sala di controllo vera e proprio, dove un’area ospiti è separata dalle postazioni dei tecnici da una parete di vetro (smart glass) in cui è possibile proiettare di rimando quello che vedono gli operatori sui loro monitor e mega schermi. Qui è già possibile scoprire in anteprima come funziona e quali sono le caratteristiche del software che gestirà la rete di Expo.